AL VOLANTE CON UN’ECO-MARCIA IN PIU’

“Devi prendere la patente? Ti senti uno spirito eco? Diventa eco-driver”. Con questo slogan Legambiente e Caa group srl hanno lanciato il progetto EcoPatente, presentato a Roma lo scorso 22 settembre. L’iniziativa si rivolge ai futuri automobilisti fra i 17 e i 18 anni, e si pone l’obiettivo di sensibilizzare i ragazzi sul tema del rispetto dell’ambiente, diffondendo informazioni sull’utilizzo intelligente, corretto ed ecosostenibile dell’autovettura.
Saranno ben 200mila i giovani che potranno partecipare all’iniziativa, cioè tutti i ragazzi che da ottobre 2009 a febbraio 2010 si iscriveranno a un corso presso una delle 700 autoscuole che hanno aderito al progetto. I futuri automobilisti frequenteranno le normali lezioni di teoria, durante le quali riceveranno anche approfondimenti specifici sulla guida ecosostenibile. Chi è interessato a ricevere l’EcoPatente, al termine del corso dovrà rispondere correttamente alle dieci domande di un questionario. Anche chi decide di non seguire le lezioni di teoria potrà mettersi alla prova con il quiz: basterà consultare i materiali didattici del progetto sul sito www.ecopatente.it, oppure nelle scuole guida aderenti.
Non finisce qui. Il progetto EcoPatente è abbinato infatti a un concorso a estrazione che mette in palio per i ragazzi una Fiat 500 Pur-02, e per le autoscuole una Grande Punto Natural Power. È Fiat infatti il principale sponsor del progetto, insieme con Eni, Magneti Marelli e Bosch. EcoPatente gode inoltre del patrocinio dei ministeri della Gioventù, dell’Ambiente, del Lavoro e dei Trasporti.
Nei prossimi giorni i responsabili delle autoscuole seguiranno un corso di formazione per poter insegnare a loro volta ai futuri automobilisti l’abc della guida ecosostenibile. “Il cambiamento nel metodo di insegnamento degli istruttori aiuterà a svecchiare lo stile di guida, a beneficio dell’ambiente e di tutti noi – conclude Giorgio Schiavo, presidente della Confedertaai (Confederazione titolari autoscuole agenzie d’Italia) – A breve verranno modernizzati anche i test d’esame, arricchiti di domande sul sistema di guida ecologica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *