PRIMARIE DELLA CULTURA

Dal 7 al 28 gennaio partecipate alle primarie della cultura. Nate da una iniziativa di un gruppo di giovani ai quali il FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano) ha deciso di dar voce, rappresentano una grande consultazione popolare con lo scopo di promuovere e valorizzare soluzioni concrete nell’ambito della cultura, del paesaggio, dell’ambiente.
I cittadini hanno così l’opportunità di scegliere le idee che vorrebbero vedere sostenute dai futuri ministri.

I temi in gara sono 15, scopriamoli.
1. NON 1 DI MENO: QUOTA MINIMA 1% DEI SOLDI PUBBLICI PER LA CULTURA
2. CHI TOCCA IL SUOLO MUORE: STOP AL CONSUMO DEL PAESAGGIO
3. IO NON DISSESTO: PIANI CERTI PER LA SICUREZZA DEL TERRITORIO
4. IO CENTRO: DIFENDERE I CENTRI STORICI
5. BASTA LEGGI MANCIA, PIANI TRIENNALI PER LE RISORSE DELLA CULTURA
6. AGRI-CULTURA: PIU’ LAVORO E BENESSERE A KM ZERO
7. LEGGE SPECIALE PER IL TERZO SETTORE CHE OPERA NEI BENI CULTURALI
8. NO PROFIT, NO TASSE: INCENTIVI PER CHI OPERA NEI BENI CULTURALI
9. RICOMICIO DA TRE (ORE): PIU’ STORIA DELL’ARTE A SCUOLA
10. MI RICORDO, SI’, IO MI RICORDO: SALVIAMO LE BIBLIOTECHE
11. PROGETTO MIBAC 2.0
12. PIU’ START-UP PER TUTTI: VERE AGEVOLAZIONI PER I GIOVANI
13. MENO ITALIALAND, PIU’ ITALIA: POLITICHE ITALIANE PER IL TURISMO
14. RESTAURO RESTA CON NOI: TUTELARE L’ARTIGIANATO DI QUALITA’
15. DIRITTO ALLO STUDIO, DOVERE DI FINANZIARLO

Dal sito www.primariedellacultura.it tutti i cittadini possono registrarsi e votare indicando fino a tre di questi temi.  Al termine delle operazioni di voto, tutte le preferenze raccolte serviranno a stilare la classifica dei temi più votati. I dati verranno poi annunciati ufficialmente e presentati a partiti e candidati delle prossime elezioni politiche, che potranno impegnarsi pubblicamente a sostenerli in caso di vittoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *