IMPRONTA AMBIENTALE

Giovedì 7 febbraio si terrà il convegno nazionale “L’Italia che sceglie l’ambiente”. Promosso dal Ministero dell’Ambiente, che da tempo promuove un programma per la valutazione dell’impronta ambientale, ha coinvolto fino ad oggi più di 70 aziende italiane che operano in diversi settori produttivi.
Questa collaborazione pubblico-privato intende sostenere e valorizzare gli impegni volontari delle imprese per la riduzione delle emissioni dei gas ad effetto serra, che stanno assumendo un ruolo sempre più significativo per il rafforzamento delle azioni previste dalle norme e dalle politiche governative nell’ambito del Protocollo di Kyoto e del “Pacchetto Clima-Energia” adottato dal Consiglio dell’Unione Europea nel 2008.
Il programma nazionale per la valutazione dell’impronta ambientale prevede l’analisi del ciclo di vita di prodotti di largo consumo e l’elaborazione, sulla base del calcolo dell’impronta di carbonio (carbon footprint), di misure per la riduzione dei gas ad effetto serra prodotti durante l’intero processo produttivo.
L’esperienza dimostra che la qualità ambientale rafforza la competitività delle imprese. Partendo da questo assunto, il fine dell’incontro è stimolare il dibattito sulle opportunità che si aprono nello scenario italiano per permettere alle aziende di investire nella sostenibilità, a vantaggio dell’innovazione, della competitività e di un nuova rinascita economica.
L’evento si terrà a partire dalle ore 10.00 in Viale Pola n.12 presso l’Aula Magna dell’Università Luiss a Roma.
Tutte le info per approfondire sul sito del Ministero.

In copertina: immagine da http://is.gd/q79n2H

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *