DISSESTO IDROGEOLOGICO, UN CONVEGNO PER PARLARNE

Dissesto idrogeologico, manutenzione del territorio e riqualificazione fluviale: come superare ambiguità e luoghi comuni e attuare le misure prioritarie per l’Italia?
Se ne parlerà oggi a Torino grazie al seminario promosso dal progetto LIFE+ RESTORE, partnership nata per condividere e promuovere le buone pratiche nella riqualificazione fluviale in Europa.

Gli episodi alluvionali e connessi al dissesto idrogeologico si ripropongono in Italia con una frequenza tale da rendere inappropriata l’etichetta di “eccezionale”. Il loro periodico ripetersi è viceversa la “normale”, inevitabile conseguenza di anni di politiche di gestione del territorio pericolosamente miopi, caratterizzate non dalla ricerca di un appropriato bilanciamento tra crescita e tutela degli equilibri naturali bensì da una incessante corsa all’edificazione, all’infrastrutturazione e all’artificializzazione.
L’attuale situazione economica può costituire un elemento determinante per fornire ai nostri decisori l’occasione di compiere scelte coraggiose, in grado di migliorare la qualità ambientale, ottimizzare l’utilizzo delle scarse risorse finanziarie e fornire differenti opportunità di crescita attraverso lo sviluppo di nuove economie. Ma per compiere questo passo è indispensabile avere chiare le alternative, superando la fase degli slogan di facile presa. Su questa strada ci si sta muovendo in molti Paesi europei, attraverso la realizzazione di progetti specifici su singoli ambiti territoriali ma anche tramite interventi normativi e indirizzi di programmazione territoriale innovativi e di grande portata concettuale.
L’obiettivo di questo seminario è capire – anche attraverso l’analisi di alcune di queste buone pratiche internazionali – quali sono gli strumenti e le soluzioni migliori per avviare un tale cambiamento anche in Italia, quali i possibili ostacoli alla loro applicazione, che spazio avranno queste tematiche all’interno dei programmi politici.
Ne parleranno insieme Luca Mercalli (presidente Società Meteorologica Italiana), il Prof. Paolo Pileri (Politecnico di Milano, Dip. di Architettura e Pianificazione), Andrea Goltara (direttore CIRF) e Giustino Mezzalira (Veneto Agricoltura). Giulio Conte (Ambiente Italia) farà da moderatore al dibattito.
Inoltre è prevista la partecipazione di Emanuele Boscolo (giurista, Università dell’Insubria), Chiara Braga (deputata, PD), Valerio Calzolaio (coordinatore forum nazionale “territorio e beni comuni”, SEL), Pippo Civati (consigliere Regione Lombardia, PD), Vittorio Cogliati Dezza (Presidente Legambiente), Andrea Fluttero (senatore, segretario commissione Territorio, ambiente, beni ambientali, PdL) e Laura Puppato (consigliere Regione Veneto, capogruppo PD).
Il convegno comincerà alle 13:30 per concludersi indicativamente per le 17.30.
Sede del seminario sarà la Sala d’onore del Circolo dei Lettori in Via Bogino 9, a Torino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *